• +39 347.0049275
  • info@ilchisolino.it

Mostre

STUPINIGI: “Frida Kahlo- Through the Lens of Nickolas Muray, la mostra spostata nel 2022”


La mostra “FRIDA KAHLO Through the Lens of Nickolas Muray” presso la Palazzina di Caccia di Stupinigi viene spostata a febbraio del 2022.
Si invita il pubblico che avesse già acquistato il biglietto per la mostra a contattare l’indirizzo e-mail voucher@nextexhibition.it entro e non oltre il 7 marzo 2021 per richiedere il rimborso in voucher da utilizzare per una delle mostre targate Next Exhibition.
Per ulteriori aggiornamenti: www.nextexhibition.it e www.fridatorino.it

STUPINIGI: “La mostra Andy Warhol Superpop prorogata fino al 25 aprile”

Prorogata fino al 25 aprile la mostra dedicata all’artista Andy Warhol genio della Pop Art: “Andy Warhol Super Pop – Through the Lens of Fred W. McDarrah”. Per la prima volta Next Exhibition e Ono Arte propongono un viaggio estroso e colorato nella vita di uno degli artisti più influenti del XX secolo. Un’esposizione unica che raccoglie oltre settanta opere ufficiali tra fotografie, serigrafie, litografie, stampe, acetati, ricostruzioni fedeli degli ambienti e prodotti che amava e dai quali traeva ispirazione. “Non ho mai voluto essere un pittore. Volevo diventare un ballerino di tip-tap. Uso la parrucca così la gente guarda lei e non me, sono gay e cattolico, vado in chiesa ogni domenica” sono solo alcune delle sue estroverse dichiarazioni che grazie alla mostra acquisteranno maggior significato comprendendo meglio il suo mondo, la sua essenza di uomo e la sua opera, capace di influenzare l’arte ed il pensiero della società contemporanea. Dopo un primo tuffo nell’atmosfera degli anni ’50-60, il visitatore conosce la storia di Warhol, da grafico pubblicitario ad artista di successo, potendo ammirare le sue opere iconografiche, come Marylin Monroe, the Self Portrait, Cow e Campbell’s soup. A seguire acetati e le lastre serigrafiche da cui prendevano vita le sue stampe e l’esposizione della collezione di scatti del fotografo statunitense Fred W. McDarrah che ha immortalato l’artista per oltre trent’anni svelandone da una parte il lato più il lato più intimo ed umano e dall’altra mettendo in luce le sue molte e diverse pratiche artistiche. Warhol viene quindi ritratto all’apice della sua carriera circondato dalle scatole di Brillo durante l’inaugurazione di una sua mostra personale, o mentre gira una delle sue pellicole sperimentali, o ancora, molti anni più tardi, intento in una delle sue attività preferite: una telefonata. Una delle opere più iconiche di Warhol sono sicuramente le “Silver Clouds”, la cui replica sarà presente nel percorso espositivo. Un’installazione composta da palloncini che fluttuano a mezz’aria e circondano il visitatore, creata per la prima volta nel 1966 alla Leo Castelli Gallery, dove McDarrah ha documentato il processo di allestimento. Non mancherà l’Andy comunicatore, istrionico in compagnia, nei migliori locali di tendenza d’America, oltre che assoluto padrone di casa de la Factory, creatore non solo di arte ma anche di personaggi: fu lui infatti a lanciare i Velvet Underground, o le sue tante “Superstar”, da Edie Sedgwick a Candy Darling. Tra attori, drag queen, personaggi mondani e liberi pensatori, alla corte di Warhol passano anche artisti come Lou Reed, Bob Dylan, Truman Capote e Mick Jagger. Ricreata anche l’atmosfera del suo studio ed esposta la copia esatta dello storico divano rosso de la Factory. Ogni visitatore potrà sentirsi una star degli anni Sessanta alla corte dell’artista del momento, scattandosi un selfie ricordo, anche perché come diceva Warhol: “Nel futuro ognuno sarà famoso per quindici minuti”. E il suo futuro è il nostro oggi. A chiudere il percorso gli scatti del fotografo Anton Perich ai visitatori classici della Factory e le testimonianze di Keith Haring a Basquiat, che hanno accolto il lascito del Maestro. 

La mostra è al momento aperta, come da indicazioni del nuovo DPCM, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17.30.

Per informazioni e prenotazioni 380.1028313 – www.warholsuperpop.it

VINOVO: “Saluti da Vinovo, riapre la mostra di cartoline d’epoca”

Riapre al pubblico la mostra di cartoline d’epoca “Saluti da Vinovo: dal ‘900 ad oggi”. La mostra sarà aperta il venerdì dal 05-02-2021 al 05-03-2021 con il seguente orario:

mattino dalle 10.00 – 12.00 ingresso libero con prenotazione obbligatoria

pomeriggio 15.00 – 18.30 visite guidate con prenotazione obbligatoria

Il contenuto di questa ricca ed inedita esposizione è rappresentato dalla raccolta di 220 cartoline postali originali, in gran parte viaggiate, provenienti da quattro collezioni private. Le oltre 200 immagini scorrono in questa mostra come un viaggio nel tempo tra i luoghi tramutati, alcuni immutati, altri scomparsi . Interessante l’intervento del vinovese Rino Visconti, appassionato fotografo, che ha messo a confronto, tra passato e presente, alcuni luoghi significativi. Il percorso espositivo sarà arricchito da oggetti d’epoca, documenti, ricostruzioni sceniche e dall’ufficio postale militare del primo conflitto mondiale gentilmente concesso in prestito da Poste Italiane.

NONE: “A Torino una mostra dedicata a Don Paolo Albera”

L’ordine dei salesiani ha dedicato il 2021 al nonese Don Paolo Albera, in occasione del centenario della sua morte. Per l’occasione è stata allestita presso il museo “Casa Don Bosco” una mostra a lui dedicata, dal titolo “Il Mondo negli Occhi”.

Per chi volesse saperne di più:

https://bit.ly/3a55pQx

https://youtu.be/dN-DslAb358

STUPINIGI: “Sospesa la mostra Andy Warhol Superpop”

In ottemperanza al nuovo DPCM diramato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’organizzazione comunica con dispiacere la chiusura momentanea, fino al 03-12-2020, di tutte le mostre prodotte da Net Exhibition, tra cui:

          ANDY WARHOL Superpop – TORINO Palazzina di Caccia di Stupinigi

I biglietti acquistati per le mostre dal giorno 05-11-2020 al giorno 03-12-2020 saranno regolarmente validi per visitarle nei giorni di apertura successivi all’attuale decreto, ossia dal 04-12-2020.

Per dettagli, modalità e costanti aggiornamenti, invitiamo il pubblico a visitare il sito www.nextexhibition.it.

STUPINIGI: “Frida torna a Torino”

Dopo lo stop forzato a causa del Covid19, la mostra “FRIDA KAHLO – Through the lens of Nickolas Muray” viene riprogrammata alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, dal febbraio del 2021.

La mostra evento, il viaggio emozionale nella vita dell’icona mondiale Frida
Kahlo, il percorso per conoscere la donna, viverla e comprenderne l’essenza, fatta di forza, coraggio, talento e un immenso amore.
Gli organizzatori, Next Exhibition ed Ono Arte, annunciano che ci saranno
alcune importanti novità rispetto al precedente allestimento.
I biglietti saranno in vendita da settembre con il circuito Ticket One.
Tutte le informazioni sul sito www.fridatorino.it

VINOVO: "Leonardo, una mostra impossibile"

Dal 1 febbraio al 20 aprile 2020 all’interno del castello Della Rovere la mostra “impossibile” di Leonardo con le sue opere riproposte nell’era digitale.

Ingressi: il venerdì dalle ore 15.30 alle 19.00, sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 19.00.

PINEROLO: “Laudato si’ – Mostra di immagini”

Domenica 1 dicembre 2019 nella Basilica di San Maurizio al termine della messa delle 17, verrà inaugurata la mostra “Laudato si'”. Un percorso sulle tematiche proposte da Papa Francesco nella sua lettera “sulla cura della casa comune”. “Abbiamo estrapolato alcune frasi particolarmente incisive” spiega il curatore Patrizio Righero “abbinandole ad altrettante immagini scattate per lo più nel pinerolese da fotografi locali”. Oltre a quelle del curatore, la mostra propone fotografie di Claudio Bonifazio, Daniele Castellino, Fiorenzo Rosa, Guido Rostagno, Laura Cirasole, Lorenzo Mottura, Marinella Zardi, Stefano Maina e Walter Molinero. “Non è in senso stretto una mostra fotografica” puntualizza Righero “ma una riflessione visiva”. L’allestimento, in linea col messaggio della Laudato si’, è stato progettato nel massimo rispetto dell’ambiente. Gli alberi che sostengono i pannelli, infatti, sono stati realizzati da Maximilian Eco-Art Design seguendo accuratamente la filiera del riciclo. La mostra targata Vita Diocesana è stata realizzata in collaborazione con Centro missionario Diocesano, CAV, Vestereciclo ed Arco.

VINOVO: “Mostra fotografica su Matera e provincia”

Fino al 20 di ottobre 2019 all’interno del Castello della Rovere mostra fotografica “Vinovo incontra Matera e provincia”

VINOVO: “L’Ala comunale si trasforma in una Pinacoteca”

Fino al 31 maggio sotto l’Ala comunale dalle ore 09.00 alle 12.00 e dalle ore 15.00 alle 19.00 in mostra i progetti attivati durante l’anno degli alunni dell’I.C. di Vinovo durante l’anno scolastico 2018-2019

VINOVO: “Japan Samurai Expo -Saburau”

Dal 5 al 12 maggio il Castello della Rovere di Vinovo ospiterà un’importante esposizione sulla cultura giapponese. Oltre 200 opere antiche e moderne: dipinti, manga, armi antiche. Durante i due weekend si terranno dimostrazioni di arti marziali, Sumi-e, e una conferenza sulla poesia haiku tenuta da Floriana Porta. A cura di Alex Allera, Roberto Frascella, e realizzata dalla A.S.D. Polisportiva Jolly Vinovo insieme ad altre associazioni e scuole di karate.Ingresso gratuito.

VINOVO: “Oro bianco, la ricerca della bellezza”

Dal 17 febbraio al 28 aprile all’interno del Castello della Rovere il Comune di Vinovo propone i mostra una ricca e composita esposizione di porcellane della Reale Manifattura di Vinovo. Saranno esposte per la prima volta, nel luogo in cui sono state create, oltre 200 opere di porcellana provenienti dalle raccolte di Palazzo Madama-Museo Civico d’Arte Antica, dal Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, dall’Archivio di Stato di Torino, dall’Archivio Storico Città di Torino e dalla Curia Vescovile di Torino – Parrocchia di Vinovo, tra queste molti inediti provenienti da collezioni private.

TORINO: “Il Chisolino all’opening mostra La Bottega di Leonardo”

Il genio universale per un’esposizione universale: la celebrazione dell’indiscusso interprete dell’arte e della creatività italiana, oggi considerato il più grande di tutti i tempi. Leonardo, uomo poliedrico e d’ingegno, protagonista assoluto del 2019, anniversario dei 500 anni dalla sua morte.

In occasione delle celebrazioni vinciane, Next Exhibition, con la collaborazione dell’Associazione Culturale Dreams, presenta la mostra “La bottega di Leonardo – Opere e disegni in mostra” all’interno della dimora storica di Palazzo Cavour.

L’esposizione rappresenta un’occasione unica per ammirare e comprendere, in una visione d’insieme, la straordinaria complessità della pittura di Da Vinci e del suo tempo. L’uomo e lo scienziato, l’anello di congiunzione tra il mondo dell’arte e della tecnica.

Nello specifico si intende ragionare, con elementi nuovi ed avvincenti, sulla posizione storica di alcuni frammenti di vita del genio toscano e dei rapporti artistici intercorsi coi suoi più fidati allievi e seguaci. La linea che unisce la dialettica figurativa di Leonardo a tali diretti discendenti è calcolata sulla base delle suggestioni e delle riflessioni che la cultura del tempo recepì: un genere assolutamente innovativo di proporre argomenti umanistici, scientifici e figurativi, sino a quel momento ignoti.

In questi termini si proveranno ad inquadrare nuovamente nel contesto storico gli insegnamenti di Leonardo, immaginando di rielaborare il peso del suo portato artistico sulle corde figurative europee; dai tempi del primo soggiorno milanese fino al momento della scomparsa in Francia, ad Amboise, ed anche oltre. Le memorie di una tradizione figurativa mostrano alla perfezione un apparato culturale ed una tecnica destinati ad essere ripercorsi e trattati anche nei secoli successivi.

La mostra di Torino svelerà al grande pubblico un’opera di straordinaria rilevanza: la Maddalena discinta che il decano degli studi vinciani, Carlo Pedretti, aveva già assegnato alla collaborazione tra Leonardo ed il capace allievo Giampietrino.

Non solo. Perché le tracce autografe saranno anche calcolabili attraverso la presenza di due significativi e celebri disegni: uno studio di Testa di Uomo ed un frammento di pensiero per la perduta Battaglia di Anghiari, ai tempi realizzata da Leonardo nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, a Firenze.

A parte queste tre significative opere, già note agli studi e dunque conosciute attraverso una letteratura otto/novecentesca, l’eredità artistica di Leonardo sarà completamente rivista attraverso le opere dei suoi maggiori seguaci: tra i tanti Giovan Pietro Rizzoli detto Giampietrino, Marco d’Oggiono, Cesare da Sesto, Gian Giacomo Caprotti detto Salai e Bernardino Luini.

I quadri racconteranno di un legame con Leonardo costruito sulle trame di una scolarizzazione avvenuta all’ombra di conoscenze, più o meno dirette, dei maggiori capolavori del Maestro.

La mostra è curata dal Dottor Nicola Barbatelli, esperto di studi leonardeschi, con la speciale collaborazione di molti studiosi internazionali, tra cui il Professor Jan Sammer. L’organizzazione, la cura degli spazi e la gestione dell’evento a Palazzo Cavour sono invece affidati alle cure di Next Exhibition.

La mostra sarà aperta tutti i giorni, inclusi i festivi:

– dal lunedì al venerdì dalle h 10 alle h 18

– sabato e giorni festivi dalle h 10 alle h 20

– domenica dalle h 10 alle h 18

Ultimo ingresso consentito in mostra un’ora prima dell’orario di chiusura.

Prezzi biglietti

– Intero: 12€

– Ridotto generico (valido per over 65 anni, under 12, aziende e cral convenzionati, media partners, disabili): 10€

– Ridotto gruppi (per un minimo di 25 persone): 8€

– Ridotto scuole (per un minimo di 15 alunni): 6€

– I bambini sotto i 3 anni gratuito

Importante: la mostra rientra nell’Abbonamento Musei; chi è in possesso della tessera potrà quindi entrare gratuitamente in mostra.

I biglietti sono acquistabili in prevendita presso il circuito Ticketone (on-line su www.ticketone.it e in tutti i punti vendita affiliati). Durante i giorni e gli orari di apertura della mostra sarà possibile acquistare i biglietti anche direttamente al botteghino della mostra, presso Palazzo Cavour in via Cavour n. 8 a Torino.

Info e Prenotazioni scuole:

Per ulteriori informazioni, visite guidate ed eventi speciali è possibile contattare la biglietteria di Next Exhibition al numero 011.19214730 negli orari di apertura della mostra.

Per le prenotazioni scuole è possibile contattare il numero Ticketone dedicato ai gruppi: 011/0881178.

CANDIOLO: “Mostra presepi”

Fino a domenica 6 gennaio 2019 all’interno dell’atrio del Palazzo Municipale mostra dei presepi a cura dell’associazione Campana Marechiaro.
Dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00, sabato e domenica dalle ore 09.00 alle 12.00

NONE: “Mostra didattica, Animali dal Mondo.”

Sabato 1 e domenica 2 dicembre all’interno del palazzetto dell sport di via Faunasco 23 sarà possibile visitare la mostra “Animali dal Mondo”: un’esperienza didattica tra rettili, cheloni, insetti, sauri e ofidi.

Ampio parcheggio, locale riscaldato e laboratori per bambini.
Per informazioni: 344.0623170 – 347.8643042 – www.mostranimalidalmondo.it
Orari: dalle 10.00 alle 19.00

TORINO: “GIAPPONE FIORITO, meraviglie in mostra “

Grazie alla mostra “Giappone fiorito”, in scena dal 24 novembre al 27 gennaio nella splendida cornice torinese del Palazzo Cavour, sarà possibile ammirare alcune importanti opere della tradizione artistica giapponese. Un’esposizione firmata Next Exhibition patrocinata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Torino, prodotta da Artika e curata da Daniel Buso.

Grazie alla mostra “Giappone fiorito”, in scena dal 24 novembre al 27 gennaio nella splendida cornice torinese del Palazzo Cavour, sarà possibile ammirare alcune importanti opere della tradizione artistica giapponese. Un’esposizione firmata Next Exhibition patrocinata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Torino, prodotta da Artika e curata da Daniel Buso.

La mostra si presenta come un viaggio alla scoperta non solo dell’arte
figurativa ma anche della cultura nipponica: accanto alle immagini di artisti celebri del XIX secolo come Hokusai e Hiroshige ed ai tradizionali Ukiyo-e (opere ottenute grazie al lavoro di intagliatori di legno di ciliegio, inchiostratori e stampatori di carta di gelso, nota alla Parigi di fine Ottocento come “carta giapponese”) troviamo anche una selezione di kimono, paraventi, ventagli, fotografie in bianco e nero e colorate successivamente a mano, libri antichi ed armature. Ognuno dei quali corredato da descrizioni che permettono ai visitatori di avvicinarsi ed osservare una cultura che sembra spesso così lontana, e talvolta di scardinare stereotipi legati alla tradizione occidentale.

Chi erano davvero le Geishe? E quale era il ruolo dei Samurai nella società? Uno degli obiettivi della mostra è proprio quello di rispondere a queste domande, e perché no, anche di suscitare la curiosità su elementi inediti in modo da poter approfondire ed ampliare la conoscenza della cultura orientale.

Accanto alle opere dei maestri d’arte giapponesi, troviamo anche quelle
di un italiano, Claudio Massini (Napoli, 1955) che espone immagini che per la grande ricercatezza e complessità tecnica richiamano le strutture ed i colori dell’arte giapponese.

L’esposizione è aperta al pubblico tutti i giorni, compresi i festivi con una selezione di 100 opere appartenenti a tre collezioni private, tra le quali la Collezione Manavello e la collezione Guarneri.

di Federica Pantini con foto di Claudio Bonifazio.

TORINO: “Mostra GIAPPONE FIORITO, il Chisolino ospite all’opening”

Venerdì 24 novembre opening party della mostra GIAPPONE FIORITO nella splendida cornice del Palazzo Cavour.

La vita e la natura del Giappone antico attraverso le opere dei grandi artisti del XIX secolo: HOKUSAI e HIROSHIGE.

TORINO: “Mostra THE ART OF THE BRICK, il Chisolino ospite all’opening”

Venerdì 9 novembre opening party della mostra THE ART OF THE BRICK alla Promotrice delle Belle Arti. La mostra dei record sbarca a Torino.

Una nuova concezione dell’arte, un mondo di mattoncini colorati per emozionare tutta la famiglia.

VINOVO: “La Grande Guerra in mostra”

Dal 3 al 18 novembre al Castello della Rovere un’interessantissima mostra sulla Grande Guerra: mostra di cimeli, uniformi, documenti e modelli

Sabato 3 novembre ore 16.00 inaugurazione. Dalle ore 15.00 alle 19.00 annullo filatelico in collaborazione con Poste Italiane.

Sabato 10 novembre mostra filatelica “La Grande Guerra come non l’avete mai vista”. Dalle ore 15.00 alle 17.00 proiezione del film “la guerra di Paolino”

Sabato 17 novembre ore 16.00 presentazione del libro “I polacchi in Piemonte 1848 – 1919”.

Orari:

Sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.00.

In settimana visitabile per gruppi  e scolaresche previa prenotazione al 338.2313951.

CARIGNANO: “Il tetro Circo – Ultimo show, mostra fotografica”

Fino al 28 ottobre all’interno dell’ex Municipio – primo piano di piazza San Giovanni 8 sarà possibile visitare la mostra fotografica “Il tetro circo: Ultimo show” di Andrea Sproccati ed Edoardo Puglisi (Loh Photography).

Undici fotografie di grande impatto, frutto del lavoro di più di due anni, ispirate alle figure classiche del circo, una forma d’arte in continuo.


L’atmosfera è resa ancor più malinconica dall’imminente chiusura, i personaggi rassegnati portano in scena il loro ultimo spettacolo.

11 fotografie di grande impatto; frutto di due anni di lavoro, ispirate alle figure classiche del circo, una forma d’arte orami in via di declino a causa delle nuove forma d’intrattenimento. 

Orari: 

Lun – Gio dalle ore 20.00 alle 24.00 

Ven – Dom dalle ore 10.00 alle 24.0

https://m.facebook.com/LightsOffHouse/

12