fbpx
  • +39 347.0049275
  • info@ilchisolino.it

News

PsiCHIcoline: “Rumble, rumble, quando i pensieri rimbombano nella testa!”

Una rubrica che nasce dal desiderio di avvicinare maggiormente le persone alle tematiche  psicologiche. Conoscere e conoscersi per considerare i problemi, le paure, le sofferenze come opportunità, spesso scomode e sgradite, di fermarci e guardarci dentro per trarre nuova forza, consapevolezza, speranza e fiducia.

A cura della Dott.ssa Monica Rupo

Psicologa – Psicoterapeuta

La nostra testa è rotonda

per permettere ai pensieri di cambiare direzione.

(Francis Picabia)

Può essere capitato a molte persone di avere la sensazione, in determinati momenti della vita, ad esempio stress, preoccupazioni, eventi spiacevoli, di sentire nella testa pensieri negativi e ripetitivi, che non ti abbandonano mai. Questo tipi di pensieri vengono chiamati ruminazione  e rimuginio.

Ma cosa si intende per ruminazione e rimuginio  in psicologia?

Sono modalità di pensieri passivi, ripetitivi, spesso incontrollabili che a seconda del tipo di emozione a cui si riferiscono, assumono connotazioni e significati diversi. Possono essere considerati una risposta individuale che sottendono emozioni diverse tra loro, come l’ansia, la rabbia, e la depressione.

In particolare il rimuginio è legato all’ansia, la ruminazione è legata alla depressione, e la ruminazione rabbiosa, è legata alla rabbia.

La ruminazione è un processo cognitivo caratterizzato da uno stile di pensiero disfunzionale che si focalizza principalmente sugli stati emotivi interni e sulle loro conseguenze negative. La ruminazione si focalizza principalmente sul passato o su stati emotivi presenti, al fine di gestire l’umore depresso o risolvere dei problemi causati da eventi accaduti nel passato. Vi è dunque una tendenza a spostare l’attenzione verso di sé, piuttosto che all’esterno. Le frase più tipiche di questo pensiero sono del tipo: “Perché a me” – “Cosa ho fatto per meritarmi questo?” – “Perché è andata così?” e molte altre.

I pensieri sono quindi ripetitivi, ossia sempre uguali, con una attribuzione negativa, incontrollabili, con frasi che susseguono in continuo, astratte poiché non conducono ad una soluzione del problema, ed infine molto dispendiose da un punto di vista energetico, ci sente cioè sfiniti, stanchi.

La ruminazione mentale sembra dunque una modalità usata più frequentemente nei disturbi depressivi, questa modalità produce invece un effetto del gatto che si morde la coda, poiché la persona depressa tende infatti a ruminare sui medesimi episodi negativi e spiacevoli che si sono verificati in passato attribuendosi eventuali colpe e responsabilità riguardo allatto negativo stesso. Ma questo logorio mentale, produce altri pensieri negativi, che inducono e mantengono la depressione stessa.

Molti ricerche confermano l’impatto negativo che la ruminazione ha sulla salute sia dal punto di vista fisico, sia psicologico.

Da punto di vista fisico possono insorgere problemi quali: insonnia, irrequietezza, mal di testa, nausea, tensione muscolare, danni cardiaci, ecc. Dal punto di vista psicologico le persone che ricorrono alla ruminazione sembrano avere un più alto livello di ostilità, di ansia, di depressione, di problemi del sonno, una bassa autostima e una tendenza ad avere una visone pessimistica degli eventi e della vita in genere; aumenta quindi la difficoltà ad affrontare con risorse più efficaci situazioni di stress.

Quando la ruminazione riguarda un pensiero ripetitivo negativo in cui aumenta l’emozione della rabbia, sia esterna sia quella rivolta a se stessi, possiamo parlare di ruminazione rabbiosa. Nella ruminazione rabbiosa il pensiero ripetitivo riguarda vicende passate che hanno suscitato rabbia; l’attenzione è focalizzata sulle espressioni rabbiose, e il pensiero tende a concentrarsi nell’immaginare scenari o situazioni alternative che sarebbero potute accadere, ma non sono accadute.

Va sottolineato tuttavia che la ruminazione rabbiosa  nonostante aumenti gli stati emotivi di rabbia e l’attivazione fisiologica relativa alla stessa, non porta alla perdita di controllo sulle azioni, ma a una riduzione dello stato di benessere psico-fisico con conseguente abbassamento del tono dell’umore.

Il  rimuginio è invece la tendenza a preoccuparsi sempre di cosa accadrà in futuro, ad anticipare mentalmente tutti i possibili scenari negativi, pensando al modo in cui possono essere affrontati. Il rimuginare è spesso accompagnato da emozioni di tipo ansioso, ma anche in questo caso invece di abbassare l’ansia, si produce l’effetto opposto; ossia si aggrava lo stato ansioso. La persona che rimugina ha paura che possa avverarsi sempre il peggio, e utilizza tale modalità con la sensazione che pensare e ripensare al problema lo aiuterà a trovare la soluzione.  Tale meccanismo a volte è più difficile da cambiare poiché chi lo utilizza pensa che abbia una valenza positiva, aiutandolo nella risoluzione di problemi. In realtà il rimuginare porta le persone ad essere bloccate emotivamente in un sistema d’ansia e insicurezza con una falsa percezione di aver risolto i problemi.

Se questi meccanismi sono utilizzati in modo continuativo e si inizia ad essere consapevoli dell’impatto che hanno nella qualità della propria vita, si può decidere di intraprendere un percorso psicologico, per individuare i meccanismi sottesi che lo hanno generato, al fine di modificare questo stile di pensiero con altre modalità più funzionali e costruttive.

APPUNTI DI BUSINESS: “Il segreto della comunicazione all’interno della tua strategia di marketing operativo”

Una rubrica dedicata a temi legati a Business e PMI per spiegare in maniera semplice e fruibile come far sopravvivere una piccola o media impresa nella giungla del Business.

A cura di Andrea Bordignon

Customer Experience Manager

Buongiorno a tutti e bentornati all’interno nella nostra rubrica “Appunti di Business”.

Volevo prima di tutto scusarmi con tutti voi, perché purtroppo è passato molto più tempo di quanto volessi, rispetto alla data di pubblicazione dell’ultimo articolo. E’ stato davvero un periodo molto intenso ma spero e credo che possiate perdonarmi; del resto, immagino che sia un problema piuttosto comune, per chi è interessato a leggere questo tipo di contenuti.

Ma torniamo a noi…

Nelle ultime uscite, avevamo trattato una tema particolarmente prioritario nella strategia di una qualsiasi attività imprenditoriale: avere un POSIZIONAMENTO DIFFERENZIANTE rispetto alla concorrenza.

E’ giunto ora il momento di iniziare ad occuparsi degli step successivi.

Per poter acquistare un nostro prodotto, il cliente deve passare attraverso cinque step molto chiari:

  1. Consapevolezza di avere un bisogno o desiderio
  2. Scegliere il tipo di prodotto o servizio che soddisferà quel desiderio
  3. Scegliere il fornitore di quel prodotto o servizio
  4. Accettarne il prezzo
  5. Trovare una ragione per agire immediatamente e non rimandare

Credo che sia evidente che, nel momento in cui un potenziale cliente assume la consapevolezza di avere la necessità di acquistare qualcosa, entri inevitabilmente in campo la strategia di comunicazione scelta per la tua impresa, che potrà permetterti un importante vantaggio competitivo, rispetto ai tuoi competitors.

Le possibilità sono diverse ed oggi, non farai alcuna fatica ad individuare agenzie di comunicazione o consulenti di Marketing che possano supportarti in questa decisione. Tuttavia, occorre prestare molta attenzione nel decidere quali siano i contenuti, piuttosto che i canali più opportuni per comunicare.

Spesso, infatti, mi sono trovato di fronte a clienti a cui era stata proposta una pubblicità creativa “breve e di impatto” ma occorre sempre tenere in considerazione che il marketing per acquisire clienti è un processo, non uno spot.

Affinchè una strategia di comunicazione riesca a generare risultati concreti e reali (ovvero un aumento di fatturato e soprattutto profitti), occorre puntare l’attenzione su un target di potenziali clienti molto specifico.

Nessuno di coloro che legge, infatti, immagino non possa affermare di vendere prodotti di largo consumo come se dovessero arrivare indistintamente “a tutto il mondo”. Se siamo micro, piccoli e medi imprenditori abbiamo probabilmente un target di clientela molto preciso e focalizzato.

E queste persone vanno condotte per mano con il nostro marketing a:

  • Capire che hanno un problema o un desiderio irrealizzato
  • Capire che il nostro prodotto o servizio sia la soluzione a quel problema/desiderio
  • Capire che lo devono comprare da noi e non da una soluzione simile data dalla concorrenza
  • Capire che il prezzo che chiediamo è giusto
  • Capire che lo devono comprare ora e non aspettare

E tutte queste cose non si possono realizzare, nella maggior parte dei casi, con uno spot di 15”, per quanto possa essere creativo ed accattivante.

O meglio, potrebbe dare i propri frutti, solo se alle spalle ci fosse un brand ormai perfettamente riconosciuto, magari leader del settore che la maggior parte dei problemi che abbiamo elencato sopra li ha già risolti da tempo.

Se, invece, non guidi la Coca Cola ma una PMI del tessuto imprenditoriale italiano, occorre che tu tenda sempre bene a mente che senza un marketing che conduca per mano i nuovi potenziali clienti nella direzione giusta, senza i giusti segnali stradali, le tue vendite si perderanno per strada.

Per questo, almeno nelle basi solide, un imprenditore deve essere in grado di creare da sé un piano efficace di marketing operativo e poi al massimo delegare ad altri l’esecuzione di quel piano, sotto la sua ferrea supervisione.

Sperando che queste indicazioni possano esservi state utili, anche solo per indurvi a fare delle riflessioni circa le vostre attività, vi rimando all’appuntamento in uscita nelle prossime settimane, per continuare ad aumentare il volume del nostri “Appunti di Business”.

PIOBESI: “A Clà Band in concerto al Portico 26”

Venerdì 16 marzo dalle ore 22.00 “A Clà Band” in concerto al Portico 26 di Piobesi T.se di Via Galimberti 26, tributo a Claudio Baglioni.

VINOVO: “Campus di Pasqua”

Tre giorni in giro per le campagne grazie al “Campus di Pasqua” organizzato dal “Bim Bum Bam Vinovo” e dedicato a tutti i bambini dai 2 agli 8 anni.

Date:

29-03-18 dalle ore 07.30 alle 18.00

30-03-18 dalle ore 07.30 alle 18.00

03-04-18 dalle ore 07.30 alle 18.00

Per info e prenotazioni: 327.0604901 – bimbumbamvinovo@gmail.com

NONE: “Storia della depurazione in Piemonte e in Italia”

Venerdì 16 marzo ore 21.00 nella sala conferenze del Municipio incontro informativo sulla storia della depurazione in Piemonte e in Italia a cura del Dott. Grisotti Giovanni.

CASTAGNOLE: “La Pro Loco alla 18° Ed. Cantè j’Euv”

Sabato 24 marzo la Pro Loco castagnolese in occasione della partecipazione tra gli stand alla 18° edizione “Cantè j’Euv” a Ceresole D’Alba, organizza il servizio pullman di andata e ritorno.

Per info e prenotazioni: 338.1398560

CASTAGNOLE: “Il bomber Pulici al Toro Club Francesco Giraud”

Sabato 17 marzo ore 21.00 nello splendido Palazzo dei Conti Filippa con ingresso da via Vittorio Veneto il Toro Club Castagnole Piemonte “Francesco Giraud” invita i propri tifosi granata ad una serata insieme al bomber Paolino Pulici.

VOLVERA: “Baby Cup by Nonese Cycling”

Domenica 25 marzo ore 14.00 piazza S. Pertini (del mercato) la Nonese Cycling – Ciclistica Nonese presenta la “Baby Cup – Gioco ciclismo”. Partecipazione gratuita e con qualsiasi bicicletta, riservata a tutti i bambini e ragazzi di età tra i 6 ed i 12 anni.

Possibilità di provare una vera bicicletta da corsa.

Iscrizione libera a partire dalle ore 12.00 sul posto.

Casco obbligatorio.

Per info: 393.9145907 – info@ciclisticanonese.it

NONE: “Il cibo: gioco e salute a tavola”

Corsi per bambini ed incontri informativi con personale specializzato dedicati ai genitori per un’alimentazione consapevole, bella da vedere e buona da mangiare. Il percorso è dedicato a famiglie con bambini dai 6 ai 10 anni e si svilupperà in tre incontri:

Sabato 24 marzo dalle ore 15.00 alle 17.00

Sabato 14 aprile dalle ore 15.00 alle 17.00

Sabato 5 maggio dalle ore 15.00 alle 17.00

Gli incontri ed i corsi si svolgeranno all’interno di Atrium di via Sestriere 75 nello spazio Cucina75.

Per info: 350.0858701 – info@cucina75.it

PIOBESI: “Let’s Piobesi”

Tre incontri per scoprire come creare attività ed eventi per la tua città. Dopo il primo incontro del 1 marzo ancora due opportunità per potervi partecipare: il 15 marzo e 5 aprile ore 21.00 presso la Biblioteca Civica di piazza Vittorio Veneto.

Per info: dai.associaizone@gmail.com

CANDIOLO: “Soggiorno marino”

Soggiorno marino per la terza età a Tagliata di Cervia dal 10 al 24 giugno. Iscrizioni dal 11 marzo al 11 maggio. Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Politiche Sociali del Comune.

NONE: “Corso Aperitivo Pasquale – La tavola di Pasqua”

Martedì 20 marzo dalle ore 18.30 alle 21.30 presso Atrium di via Sestriere 75, arte in tavola con il corso di VisulaFood per adulti “Aperitivo Pasquale – La tavola di Pasqua”.

Costo 50€.

Per info e prenotazioni: 333.2345606 – sara.visualfoodist29@gmail.com

PIOBESI: “The Glimpse Band in corcerto al Portico 26”

Giovedì 15 marzo dalle ore 21.30 “The Glimpse Band” in concerto al Portico 26 di Piobesi T.se di Via Galimberti 26, tributo ai migliori artisti rock oltre che ai loro inediti.

NONE:”80…voglia di una badante e…sposo la causa”

Sabato 17 marzo ore 21.00 nel salone teatro Casa Montalbano di via Sestriere 83 spettacolo “80…voglia di una badante e…sposo la causa”. Una commedia tutta da ridere con l’incasso che sarà devoluto all’Unitre di None.

Biglietti 10€ e per i bambini ingresso gratuito.

Per informazioni: 347.4181065

 

PIOBESI:”Territorio pulito”

Sabato 17 marzo con ritrovo in piazza I° maggio ore 08.00 ragazzi accompagnati da un adulto, le associazioni del territorio e tutta la popolazione sono invitati a partecipare all’iniziativa “Territorio pulito” per sensibilizzare i cittadini ad una sempre maggiore attenzione al territorio. Il Comune metterà a disposizione sacchi e guanti per la protezione individuale.

PIOBESI: “Dialoghi di Psicologia sui nostri ragazzi”

Mercoledì 14 marzo ore 21.00 presso la Biblioteca Civica di piazza Vittorio Veneto “Dialoghi di Psicologia sui nostri ragazzi”. Lo Psicologo Psicoterapeuta Marco Raviola del Centro Vivarium di Torino condurrà la serata sullo specifico tema “Sono caduto nella rete. La dipendenza da internet”.

VINOVO: “Tris Quarte Quinte e il casting di Miss Italia”

Sabato 10 marzo l’Ippodromo di Vinovo riapre le porte ai propri spettatori con la Tris Quarte Quinte ed il casting di Miss Italia organizzato da New Season.

Un ottantina di cavalli prenderanno parte al primo appuntamento dell’anno, le corse inizieranno alle ore 15.25, mentre in tribuna presso la Club House sarà presente lo staff della New Season per il casting dedicato alle ragazze che ambiscono a diventare Miss Italia 2018. Ingresso libero.

CASTAGNOLE: “La Pro Loco festeggia la Donna”

Venerdì 9 marzo per continuare a sottolineare l’importanza della Giornata della Donna la Pro Loco invita a partecipare all’aperiodica nella propria sede dalle ore 20.00. Un piccolo omaggio per tutti i partecipanti.

NONE: “Podistica None sempre più strong”

Domenica si è svolto presso il CRAL GTT di via Avondo a Torino, il Cross della Colletta, ennesima prova del campionato Regionale Uisp dedicato alle società.
A cause delle tante assenze atleti infortunati questa volta la Podistica None è riuscita a piazzarsi solamente al nono posto. Salgono invece sul gradino più alto del podio Roberto Cascone nella categoria SM40 e Vincenzo Primerano nella SM70, secondo Francesco Romeo nella SM50 , terzi Franca Tonietti nella SF70 e Giuseppe Mantegna nella SM65.

VINOVO: “Presentazione moda primavera – estate”

Sabato 10 marzo dalle ore 16.00 presso il punto vendita Lattementa presentazione della nuova collezione primavera – estate di “Lattementa e SeiBì-Clothes & Design”. Ospite Cristina Cantino consulente d’immagine, che ci parlerà dei colori in tema di tendenze e significati.

 

Condividi